mercoledì 1 ottobre 2008

L'ITALIA DEGLI ITALIANI IMPUNITI

Modena, 1. ottobre 2008 *** La "certezza della pena" in Italia e' un concetto aleatorio. Soprattutto se si ha la possibilita' di patteggiare. Alleghiamo un articolo che riassume l'esito di una vicenda che ci ha lasciati costernati. Stando alle dichiarazioni rilasciate da Emilio Salemme della LAC di Modena (lacmodena@yahoo.it) ecco come: "si puo' ammazzare un cane con 8 coltellate, essere imputati per altri 4 reati e prendere solo 3 mesi di condanna".

16 commenti:

vanessa ha detto...

Io sono INDIGNATA!! Ma dico io come si fa?? Lasciare impunito un essere (non trovo altri termini)del genere!! Vi giuro ho un mal di stomaco per la rabbia che metà potrebbe bastare!! E poi parlano di cani cattivi!!Oddio mi immagino quel povero cane...questo articolo mi ha sconvolta!

Anonimo ha detto...

Grazie per l’informazione.

Non riesco a capire come fa il proprietario del cane ucciso ad accettare una transazione extragiudiziale…

Ma… una transazione extragiudiziale è giustizia??? Ma per chi?

Se si fosse trattato del mio cane quell’uomo lo sputerei in faccia. Non vorrei i suoi sporchi soldi proprio per rispetto del mio cane ed il bene che gli ho voluto.

Se ci penso che sono a due passi da quell’essere indegno…. e che potrebbe capitarmi un pazzo del genere mi vengono i brividi.

Sono indignata. Se un paese è civile si vede da come trattano gli animali.

Buona giornata e buon lavoro

Camilla, Modena

Anonimo ha detto...

Ah beh allora......... diamo questi begli esempi, complimenti vivissimi!
Vorrei anche dirvi cosa penso a proposito della relazione che ci avete girato oggi e che vi è stata inviata dall'associazione Gruppo Vita Animale di Cascina Provvidenza Inzago in merito al meticciotto di 10 anni da loro ritrovato in data 08/08/2008, soprattutto considerando che era stato affidato nel 2000 ovvero quando aveva 2 anni ed era bello vispetto mentre ora che ne ha 10.....
Che serva davvero che io dica cosa penso di questo “proprietario”che quando è stato faticosamente rintracciato invece di essere grato e felice per aver ritrovato il suo AMICO di una vita (8 anni per un cane sono una vita!!!!)dice "NON SO COSA FARNE ORA CHE E'ARRIVATA UNA BAMBINA!!!!!!!!!? Ma questa gente si chiederà cosa passa nel cuore e nella testa di questi poveri animali? Magari coccolati fino ad un minuto prima di FARLI PERDERE!!!!!!!! Capace che sia stato lo stesso “proprietario” ad abbandonarlo in giro poi in concomitanza della vacanze!Ma come si fa ad abbandonare così l'amico di una vita proprio ora poi che è diventato anziano e ha più bisogno del suo amico uomo????? Che schifo!Che tristezza! Che valori potrà mai trasmettere questo padre a sua figlia? Io non lo so davvero cosa ne sarà di questo mondo, stiamo perdendo il cuore.

Monica di Rimini



M.

ra!!!!! Complimenti

Il Team di Animali Persi e Ritrovati ha detto...

Per coloro che ci leggono su questo blog pur non essendo iscritti alla nostra Mailing List: il messaggio a cui fa riferimento Monica di Rimini e' relativo alla ns. segnalazione relativa alla risoluzione del caso di un cane trovato con tatuaggio ma non iscritto all'anagrafe canina nazionale:

La storia di questo cane e' una "barzelletta".

Questo cagnolino e' stato accalappiato la prima volta a Vimercate (MI) nel maggio del 2000, affidato, ma il canile non ha comunicato all'ASL il passaggio di proprieta', difatti risultava ancora risiedere in canile.

Con l'annuncio fatto ora sul giornale della zona dopo averlo trovato vagante, il proprietario si e' fatto vivo, dichiarando che il cane non lo voleva piu' motivando: "sapete, e' arrivata la bambina e allora come facciamo?"
Quando gli e' stato chiesto se aveva fatto qualcosa per rintracciare il suo cane ci ha detto che ha telefonato ai carabinieri di Vaprio d'Adda (MI) per avvisarli di aver smarrito il suo cane e loro gli hanno risposto che non avevano tempo, che avevano altre priorita'. E la cosa e' finita li'.
Ora la bestiola e' al canile di Pozzo d'Adda in attesa di nuova adozione.
Ed auguriamoci che sia quella definitiva.

Ci spiace che l'aver ritrovato il proprietario non sia servito a farla diventare una storia a lieto fine.
Queste cose fanno piu' male di una coltellata.

Gruppo Vita Animale Milano


Il Team di Animali Persi e Ritrovati
www.animalipersieritrovati.org
www.aper.info
http://animalipersieritrovati.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Salve, si è veramente una vergogna. Sinceramente io comincio a non avere più fiducia delle leggi italiane.
A volte non si va in galera
neanche se si uccide una persona, figuriamoci se si uccide un cane. Che squallore.
Comunque c'è da essere poco tranquilli con questi personaggi
in giro. Accoltellare un cane, ma che testa e che cuore ha costui?
Vanna (MO)

Anonimo ha detto...

grazie per la precisazione, avete ragione, ho dato per scontato che tutti sapessero. Forse perchè penso che davvero TUTTI DOVREBBERO SAPERE.
Grazie ancora a tutti

Monica di Rimini

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Scusate se rispondo così ma a questa personcina auguro tutto il peggio!!

Vi leggo sempre con grande ammirazione

Paola

Anonimo ha detto...

IN RIFERIMENTO AL PROPRIETARIO DEL CAGNOLINO TROVATO A VIMERCATE E CHE HA BUTTATO IL CANE SOLO PERCHE’ E’ NATA UNA BAMBINA (BENVENUTA IN QUESTO MONDO): QUANDO SARA’ GRANDE SI VERGOGNERA’ DEL PADRE CHE HA FATTO QUESTA IGNOBILE AZIONE.
SPERO CHE QUELL’ESSERE LEGGA QUESTO MESSAGGIO RIFLETTENDOCI SOPRA.

Loredana (Roma)

Anonimo ha detto...

Raffa... che dolore nel leggere queste cose :-(

Questi padroni mi fanno una rabbia che non hai idea!!!
Come possono avere il cuore pronto ad accogliere un bambino quando il loro amore non risulta sufficiente neanche per amare un cagnolino?!? Come se poi ci fosse differenza...
Spero di non incontrare mai una persona così arida...

Scusa lo sfogo... ma anche questo sembra essere l'ennesimo insulto al vostro lavoro e al lavoro di chi come voi vuole il bene dei nostri amici a quattro zampe e di coloro che li amano veramente e responsabilemente!

Un abbraccio
ylenia

Anonimo ha detto...

E speriamo che la bambina gliela tiri una coltellata a genitori così, una volta cresciuta!!!

Scusate il commento ma ne ho veramente le scatole piene di persone cha abbandonano gli animali dopo l'arrivo di un bambino: BASTARDI!!!

Elena

Anonimo ha detto...

Sapete che vi dico: che al canile starà meglio che con un padrone che non lo vuole più.

Avrà carezze e sguardi affettuosi che, anche se non continuativi, come sarebbero in una vita trascorsa in famiglia, saranno più numerosi di quelli che gli ha dispensato finora il proprietario.

Oltretutto non vedo questa incompatibilità con la bambina ma... taccio non conoscendo in dettaglio la situazione. Concordo con la persona che ha detto che queste cose fanno più male di una coltellata.
P&P

P.S. Anche due dei miei tre mici provengono da una famiglia che, all'arrivo del secondo figlio non li ha più potuti tenere, con la differenza, però che il proprietario si è rivolto, per risolvere il problema, a una persona qualificata come Ada.

Il Team di Animali Persi e Ritrovati ha detto...

Scusate ma, pur convenendo che la nascita di un figlio non puo' giustificare in nessun caso l'abbandono di un animale, il canile come qualsiasi altra struttura di ricovero per animali, deve essere considerato un posto transitorio.

Conoscendo P&P so che voleva dire questo ma purtroppo conosco anche alcune persone attive in canili&gattili che disprezzano TUTTI li umani e che fanno di tutto per non trovare una Famiglia meritevole per gli animali.

E questo atteggiamento e' profondamente sbagliato per non dire aberrante!

Raffaela Millonig
www.animalipersieritrovati.org
www.aper.info
http://animalipersieritrovati.blogspot.com

Anonimo ha detto...

VERGOGNOSO!! E' incomprensibile come l'umanità pensa di essere evoluta nel rispetto agli animali, con quale cecità li maltratta, non vedendo che uccide la propria stessa vita e possibilità di evoluzione. Pessima giustizia per gli uomini, peggiore per gli animali. Grazie dei vostri comunicati. Alida

Anonimo ha detto...

Gentile ex Famiglia del "meticcio": vorrei che un giorno la BAMBINA riceva una lettera con la storia di quello che avrebbe potuto anzi DOVUTO essere il suo cane e compagno preferito di giochi.

Francesca, mamma di due bimbe inseparabili dai loro tre cani

Anonimo ha detto...

Io credo che il male fatto agli animali tornerà indietro agli umani colpevoli all'ennesima potenza ! Io credo che il male fatto dal più forte al più debole si ripercuoterà con furore sui quei forti per tutta la durata della loro vita ! Non esiste una pena adeguata nel sistema giudiziario italiano per l'abbandono o per i maltrattamenti agli animali, ma esiste nell'universo e costoro sconteranno nella maniera più atroce l'ingiustizia di cui si sono resi colpevoli ... non è un augurio è una certezza !!!
Solidale come sempre con la vs preziosa attività
micale